– Simo, tu non sei affatto pronta a non stare più con I., a lasciarlo. Te lo stai solo raccontando. Lui ti riacchiapperà.- Milly, spietatamente sincera come sempre.

– Però sto facendo cose e non ne sto facendo altre, lo tengo distante.

– LUI SE NE FREGA! Non vedi che ti contatta CONTINUAMENTE!

E’ vero. Per te è come quasi nulla di ciò che ti ho detto avesse importanza. Se non rispondo lasci messaggi o riprovi, mi parli del cd di De Gregori, "te l’ho doppiato", come fosse ovvio che ci si rivedesse.

– Lo sai che non verrò più lì.

– Io lo metto da parte.

Egocentrico e supponente fino all’ultimo. Poi – L’altra sera ho scaricato due canzoni talmente vecchie…ma talmente belle: "Insieme a te non ci sto più della Caselli e "Se perdo te" di Patty Pravo.-

Ammutolisco perchè "Insieme a te non ci sto" più l’ho scaricata anch’io cantata dalla Vanoni. Che strana coincidenza, eh?

– Come mai proprio queste due? Poi sono un pò contraddittorie.

– Infatti. Certi momenti mi attacco a una o all’altra.

 

Non sarà facile ma sai, si muore un pò per poter vivere. 

Questa voce è stata pubblicata in Passato remoto. Contrassegna il permalink.

5 risposte a

  1. MLM ha detto:

    Quella persona non sei più , quella persona non sei tu


    ML

  2. lufruda78splinder ha detto:

    Anch’io ho sentito spesso ultimamente la canzone della Caselli, ma cantata da Battiato…

  3. RobertoTossani ha detto:

    Amore degli occhi, che occhi hai?
    Col tuo seno ferito dal tuo senso del pianto, dopo aver corso e cercato tanto adesso: che ci fai?
    E lo so tu vuoi me e hai paura di me e mi vorresti un altro uomo. E lo so tu vuoi me e hai paura di me e la parola giusta non è perdono.
    Perché non c’è mai perdono, perché il rancore è più forte del perdono, perché il rancore è più forte di un uomo.
    Più forte è la malinconia, più lungo l’inverno e la notte: di più.

    Amore degli occhi, che occhi avrai? Quando d’affanno e d’incanto, fatto il giro del tempo, dopo aver corso e cercato tanto ti risveglierai.
    Nuove cose e persone danzeranno con te i nuovi ritmi della vita. E sai già bene fin d’ora, ma saprai meglio allora che non è mai finita.
    Perché non è mai finita, perché se il rancore ha un’altra vita, se ha un altro uomo.
    Più dolce è la malinconia, più breve l’inverno e la notte: di più.

    “Amore degli occhi”, Ivano Fossati, 1983

  4. cabiria55 ha detto:

    …se un seme non muore,non potrà mai rinascere in una pianta piena di speranze!Ciao

  5. Masso57 ha detto:

    “come un bambino che ha paura…mi hai insegnato a volerti bene, hai voluto la mia vita: ecco, ti appartiene..”
    (parere tecnico: meglio Caselli che Vanoni)
    Parere morale.
    Hai ragione: si muore un po’ per poter vivere.

Vuoi commentare?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...