Ci sono giorni in cui sono

stanca

stanca

stanca

stanca

proprio fisicamente stanca. Oggi è uno di quei giorni e a poco contano le capsule di papaya e quelle di fucus, blanda curetta "ricostituente" che mi autoprescrivo ai cambi di stagione.

Ieri ti ho mandato un file audio ( sì Milly, tanto tu qui non leggerai mai: HO CEDUTO, SU TUTTI I FRONTI ). E’ un cantante poco conosciuto, uno che "suona con la voce", l’hanno definito. Appena conosciuti, ancora nella fase del rccontarsi gusti, passioni, letture, ci stupimmo non poco che fosse uno dei preferiti di entrambi. Pochi i cd, centellinati, qualche collaborazione illustre. C’è una sua canzone che è un pò la nostra. Un pò di sere fa Luca cercava non so cosa su Emule e mi chiama: "Mamma! Guarda quanta roba c’è di quel cantante lì, quello che canta strano e che ti piace tanto!" Ti ho fatto trovare il file audio ieri mattina. Mi hai mandato un messaggio, "Bella. Come te"

Mi meraviglio di come ciò che un mese fa mi appariva strumentale abbia adesso tutto un altro sapore. Vorrei che tutto restasse così, tu sereno, io serena, qualche piccolissimo progetto, molto amore, un mare di bene di quello forte, denso, che da un senso a tutto.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Passato remoto. Contrassegna il permalink.

5 risposte a

  1. Frank57 ha detto:

    Si respira tuta la serenità nel tuo post, quella ritrovata o forse mai perduta, semmai solo mascherata. E aveva altre sembianze.
    Devo andare a dormire e non mi è proprio possibile lasciarmi andare ad altre considerazioni. Però stamperò i tuoi ultimi post, li leggerò in treno (parto sabato mattina per Roma) e scriverò. Stavolta, contrariamente al solito, riempirò fogli di carta e non elettronici. Dopo il breve viaggio, appena 24 ore, ridimensionate dallo sciopero ferroviario, credo che disporrò di molto materiale che diventerà tuo.
    Buona giornata, anche se adesso, nel cuore della notte, detto sembra uno sproposito.

  2. yae ha detto:

    forse la distanza ristabilisce le giuste dimensioni alle cose

  3. vitarosa ha detto:

    Che nostalgia…

  4. cabiria55 ha detto:

    Devo proprio dirlo…”la quiete dopo la tempesta”!Spero che duri a lungo,ciao

Vuoi commentare?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...