Sapevo che prima o poi i nodi, i soliti nodi si sarebbero ripresentati.
Stamattina ti ho ritrovato stravolto.

– Le solite cazzate…A. che è perennemente in ritardo e poi a scuola non fa un c***o. Mi sono in*****o, ho urlato. NIENTE! Non glie ne frega niente! Vive un pò di rendita, di furbate, di compiti copiati. Non mi va! Io vedo grossi problemi all’orrizzonte ma nessuno sembra accorgersene!

– "Nessuno"…chi scusa? Chi dovrebbe accorgersene oltre a te e sua madre?

– Ecco sì! Buona quella! Fa il diavolo a quattro per procurarle un paio di calze nere alle sette e mezzo del mattino ma poi…aspetta aspetta Simo! Scusa…tu non c’entri con queste str****e. Parliamo d’altro ti prego."

Abbiamo parlato d’altro, eppure non riesci a fare a meno di chiedermi di Francesca, cosa fa, cosa non fa. Questo scambio quasi osmotico se in certe giornate è una carezza, un sentirci accomunati anche dall’avere figlie della stessa età, in giornate come questa mi fa sentire a disagio, perchè Francesca è totalmente diversa, forse perchè lo sport che pratica ormai a livello agonistico le ha insegnato molto: a gestirsi il tempo per lo studio e il resto, a confrontarsi con le compagne.
Resta il dispiacere di sentirti così scosso dall’adolescenza problematica di questa ragazzina.

Questa voce è stata pubblicata in Passato remoto. Contrassegna il permalink.

3 risposte a

  1. PannaAcida ha detto:

    piccoli grandi problemi quotidiani..ma che alle volte sono pesanti come macigni, bpsgna vedere il punto di vista da cui li si guarda…

  2. Spuma ha detto:

    Pensavo proprio oggi all’adolescenza di mia figli quasi tredicenne, che non è una ragazza tranquilla e coscienziosa, ma neanche una tiranna. Posso dire con estrema sincerità che quegli aspetti del suo comportamente che non gradiamo e riteniamo ingiusti per lei e per chi le sta intorno, li abbiamo generati noi genitori negli anni addietro. Non solo uno dei due, entrambi. Eh… bisogna essere onesti..

  3. Yonderboy ha detto:

    ma è giusto parlare con il proprio amante (inteso come “la persona che si ama”, eh, non in senso negativo …)dei piccoli problemi quotidiani di una vita “altra”? non dovrebbe essere una parentesi proprio da tutto questo?

Vuoi commentare?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...