Ripasso dopo parecchio tempo dal blog di Fanny, indimenticata compagna di viaggio. Leggo l’ultimo post, amaro, non potrebbe essere altrimenti. Passo al penultimo. E’ un post sugli uomini, in generale. E’ un post crudamente vero nelle tipologie e nei modi descritti. Ci rimango male, affondata in quelle parole crudamente vere dove trovo la quasi totalità degli uomini che conosco: marito, parenti, amici. Forse ci sei anche tu. Forse. Manca l’elemento convivenza come prova ma di sicuro, visto dalla parte di chi ti vive accanto, per certi versi ci sei anche tu. Non nei rurri e nelle scoregge, non nel commentare le donne, non negli elementi più retrivi, questo no, ma in certe sbavature, in alcune silenziose pretese sì, ci sei anche tu. Che tristezza.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Passato remoto. Contrassegna il permalink.

2 risposte a

  1. whydoc ha detto:

    già, ho letto pure io

  2. RobertoTossani ha detto:

    L’ho letto.
    E per una volta tanto, stranamente, mi chiamo fuori.
    Non vi è una sola caratterizzazione che mi assomigli: ho riletto il tutto due volte, perché mi sembrava strano, ipercritico come sono nei miei confronti.
    Ma a quanto pare i miei difetti da marito, compagno, amante, amico sono altri, non questi.
    Il che, paradossalmente, è preoccupante: uno non ha alcuno di quei difetti eppure è pieno di altri.
    Sembra che non vi sia proprio speranza per voi, per noi (per tutti).

Vuoi commentare?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...