A volte mi fai stramazzare, letteralmente. Mi parli di un cd di R*oberto Ve*cchioni, di una canzone in particolare, "Vi*ola d’i*nverno". non la conosco ma conosco la malinconia struggente di certi suoi testi.

"Magari te la mando, però…attenta a quando la ascolti!" Ridi un pò. Io prendo atto e accantono momentaneamente fino a ieri sera quando scarico la posta e arriva la canzone. Forse sono ipersensibile io, forse è un momento particolare della mia vita ma mi sono ritrovata con le lacrime agli occhi. Solo pianoforte e voce e un accenno di viola.

E non potrò parlarti, strizzarti l’occhio,
non potrò farti segni,
tutto questo è vietato da inscrutabili disegni,
e tu ti chiederai che cosa vuole dire tutto quell’improvviso starti intorno
perché tu non potrai,
non la potrai sentire la mia viola d’inverno.
E allora penserò che niente ha avuto senso
a parte questo averti amata,
amata in così poco tempo;
e che il mondo non vale un tuo sorriso,
e nessuna canzone è più grande di un tuo giorno
e che si tenga il resto, me compreso,
la viola d’inverno

 

Cacchio. Ma porca miseria. Ma è mai possibile che io sia così…che basti così poco a commuovermi. Ma so che ha commosso te per primo e che come sempre hai voluto dividere la tenera malinconia che ti ha preso con me.
Mi terrorizza quello di cui così delicatamente parla questa canzone. Mi terrorizza letteralmente. Arriva per tutti il momento di ascoltarlo il suono di quella viola, ma il parlarne con te mi terrorizza punto e basta.
 

Questa voce è stata pubblicata in Passato remoto. Contrassegna il permalink.

4 risposte a

  1. RobertoTossani ha detto:

    Angoscia pura.
    Un abbraccio.

  2. texte ha detto:

    Non riesco a capire perchè noi esseri umani preferiamo struggerci di malinconia anzichè sfavillare di felicità!

  3. Dovesei ha detto:

    Texte.Forse perchè sappiamo che la felicità è un concetto relativo e sfuggente. La malinconia vibra assai più forte.

    Ciao Rob. ( Comunque sto bene! 🙂 )

  4. vitarosa ha detto:

    Sarà per questo che non sopporto Ve*cchioni…

Vuoi commentare?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...