Devo ancora capire se Tom Waits c’è o ci fa. Se è soltanto un ubriacone strafatto o un genio, fattosta che da un pò di tempo a questa parte, cercando qua e la, mi imbatto in canzoni fantastche, cover di pezzi che adoro, come questo

There’s a place for us,
Somewhere a place for us.
Peace and quiet and open air
Wait for us somewhere.

There’s a time for us,
Someday a time for us.
Time together with time to spare,
Time to learn, time to care.

Someday, somewhere
We’ll find a new way of living,
We’ll find a way of forgiving,
Somewhere.

There’s a place for us,
A time and place for us.
Hold my hand and we’re halfway there
Hold my hand and I’ll take you there,
Somehow, someday, somewhere.

Someday, somewhere
We’ll find a new way of living,
We’ll find a way of forgiving,
Somewhere.

There’s a place for us,
A time and place for us.
Hold my hand and we’re halfway there
Hold my hand and I’ll take you there,
Somehow, someday, somewhere.

Abituata alla versione originale o quella cantata dalla Streisand ci sono rimasta secca. Adoro queste canzoni docissime cantate da quella vociaccia roca e antipatica. Mi piace proprio Tom Waits, anche se probabilmente è soltanto un gran paraculo. E così mi ascolto canzoni, la mente sempre molto oltre, molto altrove. Vado avanti a macchinetta pensando e ripensando a che fare della mia vita. non è che si possa andare avanti in eterno così, non ce la faccio; qualche altra giornata come ieri e soccombo, nel senso che o mi ricoverano veramente alla neurodeliri o cardiologia, o prendo le mie cose e me ne vado IO. Sono stanca di farmi carico di tutto, dalle batterie che si scaricano ai casini del lavoro altrui a certi funzionari che metterli nella vergine di Norimberga sarebbe niente. Poi ovviamente c’è tutto il resto: i ragazzi, i miei genitori, tu. Te che non metto per ultimo ma che in questo momento preferisco…niente, quella sensazione indefinibile per la quale so che anche per te è così: guardiamo avanti, parliamo di piccole cose leggere, facciamo finta che non sia quasi Natale, e poi Capodanno, facciamo finta di niente anche se poi mi chiedi cosa vorrei da S. Lucia.

– Niente. Qui non c’è S. Lucia. – Però che simpatica so essere anch’io, ma ieri ero fuori di me cercando di non farlo pesare, e questo è il risultato.

– Allora cosa vorresti da Babbo Natale.

– Niente, davvero, non ho desideri particolari. E tu?

– Nemmeno io, a parte quelli che riguardano me e te.

– Ah…ecco…lasciamo stare allora, che è meglio.- Cristo se so essere involontariamente agra.

 

***

 

 

Aggiornamento su vetrina natalizia Parrucchiera Mary:

tendina bianca d’ordinanza a celare l’interno. Plafond di neve di bambagia e piccole pigne. Due renne di pelouche. Fili natalizi bluette. Vaso in vetro con rose d’argento. Interno negozio pendant: specchi ornati con fili blu elettrico e pigna Biedermeyer. Al desk ciotola d’argento con cioccolatini Lindor blu e rossi, stella di natale. Piega a phon e impacco ristrutturante euro 12.

***

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Passato remoto. Contrassegna il permalink.

18 risposte a

  1. dolcemelody ha detto:

    cè tutto e troppo di ogni cosa,tirare su muri aiuta ma ci si sente cosi soli…i desideri si sopprimono perche non sono possibili…questo non vuol dire che non si hanno…semplicemnte non gli sa da voce. le feste poi rendono tutto ancora piu difficile.

  2. RobertoTossani ha detto:

    E’ quell’involontariamente che non mi convince.
    Secondo me lo sai che puoi esserlo e qualche volta lo sei: va bene così, fa parte di te, ti si vuole bene anche per quello.

  3. PC1969 ha detto:

    Agrodolce , piu’ che agra.

    Forse , come dici , e’ tempo di mettere ordine.

    A volte , quando sono schienato , trovo rifugio nel bello , in cio’ che l’Uomo ha fatto per costruirsi un angolo di paradiso privato.
    Venerdi’ vado a Ferrara a vedere la mostra di Corot , Palazzo dei Diamanti. Sabato pomeriggio a Bologna , museo civico medievale , Giotto. Mi nutro un po’ l’anima. Funziona!

    Un abbraccio!

    PAVLEN

  4. texte ha detto:

    E menomale che non ti ha chiesto cosa volevi dalla Befana! ;-P

    p.s.
    Tom Waits è un ubriacone strafatto paraculo possessore di una voce meravigliosa.

  5. utente anonimo ha detto:

    Fatto un giretto per i blog. Se tutto va bene siamo rovinati, tuttavia dubito come mi ha scritto qualcuno che sia più semplice ed autoconsolatorio essere infelici e malinconici.

    Quanto al resto:

    Melody – Sopprimere i desideri è strappare una parte di sè stessi, la più profonda, forse. Non bisognerebbe accantonarli mai e io odio trovarmi in questa condizione. Mi fa stare peggio.

    Rob – Vabbè…ma sono io che non mi sopporto ( questa te l’ho rubata )

    PAVLEN – Domenica mi concederò Venezia, ma mi sa che non basterà.

    Texte – La cosa più incredibile è che a Tom waits sono arrivata attraverso Dav*ide Van De Sfr*oos: “I ann selv*egh del Fra*ncu”, versione larina di Fra*nkie’s wil*d years… : )

  6. Masso57 ha detto:

    Adoro Tom Waits..ha accompagnato più di qualche mio giorno, ha descritto più di qualche mio stato d’animo…potrei mettermi a piangere anche adesso ascoltando “Muriel”….

  7. Jexie ha detto:

    a volte gli uomini diventano freddi se non diamo soddisfazioni..
    Ti capisco però, io sono uguale ehehehhe
    Un consiglio… ogni tanto fottitene e lasciati andare anche con l’espressioni 😉
    Ti abbraccio..

  8. utente anonimo ha detto:

    “Cosa vorresti da Babbo Natale ?”
    Ci sono domande che prendono in contropiede, io per esempio avrei una bella lista di desideri da presentare a chi dico io.

    Ti abbraccio, Maria Luisa

  9. Dovesei ha detto:

    Maria Luisa, ma dove sei finita?

  10. utente anonimo ha detto:

    Dove sono finita ?
    Virtualmente: non sono più loggata su Splinder.
    Ho perso la pass e Splinder non me l’ha più resa (sollecitato + volte), non so cosa sia successo, mi ha disgustata, ho mollato.
    Da Aprile circa non ricevo più pvt quindi.

    Realmente: trasloco, due anestesie per qualche indagine … (incubo finito), lavoro, L.

    Tutto bene comunque.
    Ti ho seguita, con te è un appuntamento quotidiano.

    Ti abbraccio, e fai la lista di Natale … ;-))

    Maria Luisa

  11. Dovesei ha detto:

    Bel servizio, non c’è che dire!

    Lascia una mail se puoi.

    Un abbraccio.
    Simo

  12. utente anonimo ha detto:

    Sto leggendo il tuo blog dall’inizio, e ti assicuro che non è impresa da poco, anzi. Mi ci sono voluti quasi 4 giorni di giornate lavorative per arrivare fino ad aprile 2005 (ovviamente tentando di non farmi sgamare dai superiori tiranni, che non riuscirebbero a comprendere quanto arricchimento in più mi può portare la lettura di un blog e quanto renderei poi maggiormente al lavoro…), e gli stati d’animo che provo nei confronti della tua storia sono alterni. Ti dirò ciò che sto maturando man mano nella lettura della tua storia soltanto quando avrò finito di leggere. Non ti nascondo che la prima reazione emotiva è stata.”Ma questa perchè non smette di piangersi addosso?”.Poi, per fortuna, mi ricordo di essere anche una personcina matura e opened mind…
    Un bacio
    Katia

  13. abreast ha detto:

    rientrato alla base (giovedì sera ero “a casa tua”, anche se solo per poche ore!)…
    io avrei un unico regalo da chiedere a babbo natale e, in cuor mio, glielo sto chiedendo quotidianamente da diversi mesi, ormai!
    kisses!

  14. utente anonimo ha detto:

    4g lavorativi x leggere un blog che nn ti convince?!? Allora sei masochista!

  15. utente anonimo ha detto:

    Mi convince eccome, sennò non l’avrei letto tutto.
    E qui dentro c’è tutto, un concentrato di vita…
    Katia

  16. texte ha detto:

    Una buona partenza quella da Van De Sfr*oos.

  17. Dovesei ha detto:

    Texte – Non mi dire…conosci Van De Sfroos?

    Katia – Che dire, sicuramente hai una grande perseveranza, caspita, ho iniziato nel 2003. Le cose cambiano, restano, si attorcigliano, si srotolano, fanno piangere e ridere e sorridere però piangermi addosso mai: incazzarmi sì, molto. Lamentarmi pure ma non sono una che sta ferma a piangersi addosso. Benvenuta.

    Abreast – Hai provato coi folletti? Mago Merlino? Ce stanno, ce stanno…:)

  18. texte ha detto:

    Grazie ad un amico ne ho ascoltato alcuni brani.
    Della musica non si butta via niente! ;D

Vuoi commentare?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...