Riflettevo, questa sera, sul fatto che ogni essere vivente produce attraverso il tempo, migliaia di sé, simili ma differenziati che, istante dopo istante, “vengono alla luce”.

 

Insomma ognuno di noi è il prodotto di innumerevoli nascite, ognuno di noi è un intero popolo di “sé”, in cammino verso una sua terra promessa che altro non è che la vita stessa..

 

Così si rivela problematico prendere ad esempio una decisione a nome di tutti questi innumerevoli “noi stessi”, che non sono ancora nati e che sicuramente avranno una loro

 

Inalienabile opinione.

 

Questa voce è stata pubblicata in Passato remoto. Contrassegna il permalink.

7 risposte a

  1. Dovesei ha detto:

    Doverosamente: il testo è di Silvano Agosti

  2. utente anonimo ha detto:

    Io non capisco perché cerchi di convincerti che puoi farti bastare poche briciole… Pensi veramente di non aver diritto alla tua parte di serenità VERA?!
    Alessandra

  3. Dovesei ha detto:

    Alessandra, non è che io cerchi di convincermi che POSSO farmi bastare poche briciole: io DEVO farmi bastare queste briciole, questi bocconi. Navigo a vista pur senza escludere e precludermi nulla. Non posso fare altrimenti ora.

  4. utente anonimo ha detto:

    Ma non riesci a vedere la tua vita senza un uomo accanto? Non andare avanti dicendo che “motivi di ordine pratico” ti tengono insieme a tuo marito, perché scommetto che se Ivan ti chiamasse e ti dicesse “andiamo a vivere insieme” tu faresti le valigie e partiresti il giorno dopo. Hai paura di affrontare la solitudine e questo è normale, io forse per prima ne ho terrore, ma non sei sola perché hai i tuoi figli.
    Non bisogna mai accontentarsi delle briciole, perché ciascuno di noi è un tesoro talmente inesauribile da valere più di qualunque cosa, più di chiunque altro…
    Se tu senti di stare bene in questa situazione, allora non cambiarla affatto, ma se non sei serena hai il diritto, anzi hai il DOVERE di vivere con un pizzico di felicità.
    Comunque solo tu puoi sapere cosa è meglio per te.
    Alessandra

  5. RobertoTossani ha detto:

    @Alessandra, scusa: ma tu sei davvero convinta che esista una serenità vera, una vita vera, un amore vero?
    Perché se ci credi, non mi resta che invidiarti a morte.

  6. Dovesei ha detto:

    Ma sì Rob che esistono. Felicità più intense, vite più dense, amori più amori. Non conosco Alessandra, non conosco cosa la porti ad essere così tenacemente idealista ma indubbiamente esiste SEMPRE di meglio, e si può fare di meglio. Poi… tu sai cose che lei non sa. Pure io le so, me le trascino come un clochard si trascina dietro i suoi tesori che tesori non sono.

    Ecco, dopo questa è meglio che vada a farmi un thè.

    Baci Rob.
    Ciao Alessandra.

  7. utente anonimo ha detto:

    Certo che l’amore vero esiste, magari non è facile incontrarlo, ma esiste! E la serenità occorre cercarla dentro noi stessi, non fuori, non esiste qualcuno che ce la regala.
    Io non conosco di certo un miliardo di cose, ma sicuramente leggo di una persona che non sta bene e poiché la vita mette davanti tante cose a cui non ci si può opporre, quando invece esse possono essere modificate in base alla nostra volontà, forse bisognerebbe fare di tutto per cercare di stare meglio.
    Ognuno è fabbro del proprio destino, finché si può…
    Alessandra

Vuoi commentare?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...