– Cosa fai questo fine settimana? che programmi hai?

– Nessuno. Oltretutto non mi sento nemmeno tanto bene.

– Proprio niente niente? – Ti stupisci. Non faccio chissà cosa ma di solito durante il fine settimana ci scappa sempre una cena, un cinema, una mostra. Niente proprio questo fine settimana. Ho bisogno di calore, silenzio rotto solo dalla musica che amo, riposo. Ogni tanto il mio corpo si ribella e mi manda segnali precisi: alt, fermati. Se posso lo faccio. Stamattina sono tutti fuori, i ragazzi a scuola, il marito in studio. Ho girovagato per casa riordinando qualcosa, ho fatto i letti, pulito il bagno poi mi sono messa in salotto a radunare i libri che sono in attesa di essere letti: "L’ Amo*re Per*duto e La Teo*ria Dei Qua*nti", "Una Sc*rittura Fem*minile Azz*urro Pal*lido" e un inutile quanto divertentissimo libercolo di Al*do Bu*si scritto a 4 mani con Zs*a Zs*a Ga*bor, quest’ultimo ricevuto in regalo ancora per Natale. Gli asterischi. Non ne faccio una malattia ma da quando ho scoperto le chiavi di ricerca attraverso le quali qualcuno arriva qui preferisco usarli. Evidentemente esistono una o più trattorie che portano il nome di questo blog, e questo lo posso capire, ma come uno possa arrivare fin qui digitando co*pridivani resta un mistero, quanto resta un mistero il perchè un emerito signor nessuno si sia appositamente loggato per lasciarmi un pvt dove mi da della t*roia e minaccia di morte me e tutte quelle come me. Il bello e il brutto del web. Non mi spavento, non mi preoccupo però sono più contenta di sapere che qua arriva gente attraverso blog di amici e amiche piuttosto che uno che cerca co*pridivani, legge un pò e gli scateno l’uragano psicotico.
Comunque…non esco, resto rintanata in casa. Stasera marito allo stadio a vedere il T*reviso, noleggerò un film e ordinerò una pizza. Luca uscirà coi suoi amici, io mi accoccolerò sul divano col plaid di pile ( magari ci stava un asterisco anche qua che se il pazzo dei cop*pridivani cercasse quella roba lì…mah! ).
Dunque tu ti sei stupito di questo attacco di casalinghitudine, stupito e rassicurato perchè ti secca sempre molto che io esca o che abbia gente per casa. Non che non capisca: ti si para davanti l’impossibilità di fare queste piccole cose insieme. A volte capita anche a me, come no, però scaccio subito via il pensiero come un insetto fastidioso.
Stamattina eri così triste che il solo pensiero di sapermi autoreclusa a casa ti ha reso un pò più contento. Non so cosa tu abbia, o fore lo so e non lo voglio ripetere qui. So che non ha niente a che vedere con noi ma che alla fine dei tuoi ragionamenti solitari ha tutto a che vedere con noi.
So anche che devi cavarti fuori dal buco da solo, pur sapendo che ci sono.
Sono qui.

Questa voce è stata pubblicata in Passato remoto. Contrassegna il permalink.

3 risposte a

  1. bbbk ha detto:

    Commento “tecnico”

    Se vuoi essere un po’ piu’ sicura che il tuo blog non venga indicizzato dai motori di ricerca prova a mettere le seguenti righe nel template:

    <META NAME="robots" CONTENT="noindex, nofollow"> [esclude l’indicizzazione del sito da oggi in poi; quindi non cancella le indicizzazioni compiute in precedenza, che rimangono (non so quanto) nei database dei vari motori di ricerca]

    <META NAME="robots" CONTENT="noimageindex"> [stessa cosa del comando precedente, relativa pero’ alle immagini, ma puoi anche fare a meno visto che non ne usi…]

    Per cambiare materialmente il template

    Vai sul menu’ Blog e clicca sul sottomenu’ Template.

    Ti apparira’ una finestra in cui c’e’ del codice HTML.

    Facendo attenzione a non fare troppi danni (ovvero: cancellare cose che non si sa bene a cosa servano) troverai delle righe simili alle precedenti [forse, ad es, <META NAME="robots" CONTENT="index, follow">, o altri “META”].

    Ecco, li’ aggiungi le due righe che ho indicato all’inizio, oppure modifica i meta di nome “robots” nel modo conveniente.

    Se ti serve aiuto fammi sapere!

    Fine commento “tecnico”!

    Un caro saluto!

  2. Masso57 ha detto:

    Letti gli ultimi tre post. Ho un rapporto di scortesia confidenziale con le cassiere dell’ipermercato, ma questo lo raccontero’ a parte, magari, e ti capisco.
    Sul tuo stare così oggi, invece, beh, capisco il perchè lui stia meglio a sentirti a casa. Ma lo sai anche tu…
    Sul ceffo del messaggio privato, mi stupisco come la gente non abbia dubbi a mostrarti imbecille. Prendila come la favola della volpe e l’uva…
    Ciao S. e buon w/e!

  3. Masso57 ha detto:

    ..mostrarSi imbecille…

Vuoi commentare?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...