C’è questa pioggerellina sottile e ghiacciata, piccoli aghi di gelo. Non c’è segno di miglioramento, di un passo avanti verso un tempo più clemente. Sono stufa di thè caldo, di cioccolata in tazza, di maglioni che mortificano, di raffreddore, di gola che brucia, di occhi che lacrimano, di riscaldamento dell’auto che poi quando scendo mi becco delle sberle di freddo da paura.
Oggi mi girano le scatole. In giardino le cornacchie la fanno da padrone. Sul terrazzo ho sistemato una cassetta di legno e ogni giorno vi sbriciolo dentro pane, biscotti, qualche crosta di formaggio; ormai è di proprietà di un merlo e cinque o sei passerotti. Franci mi prende in giro.

– Dar da mangiare agli uccellini è roba da vecchiette, e poi cagano come dei leoni. Non si leveranno più di torno.

– Ma io SONO quasi una vecchietta, non vedi?

Mi guarda spiazzata dal mio sarcasmo. I miei figli hanno di me un’immagine strana, che non sono riuscita a catalogare granchè bene. Osservano incuriositi il mio modo di affrontare la vita, le circostanze, la musica che ascolto, i libri che leggo, i film che guardo.

– Tu non sei come le madri dei miei amici – Luca, un paio d’nni fa.

– In che senso Luca?

– Bòh, non saprei…Non è il modo di vestire…Per quello ci sono certe mamme che girano conciate come delle ragazzine…No, tu sei…insomma bòh…diversa per come sei forse dentro. Si capiscono delle cose, si capisce che non sei qualunque.

Un bel complimento. In realtà sono un piatto agrodolce, un piccolo mobile dai cassetti nascosti. Una che prepara la cassetta per gli uccellini e allunga zampate tremende. Una che sa riconoscere l’opportunismo, la falsità, la piaggeria cinque minuti dopo che parla con qualcuno, una che rispetta tutti comunque, una che è un libro aperto le cui pagine più importanti sono scritte con un inchiostro invisibile ai più, in una lingua intraducibile ai più.

Certe volte spiazzo anche me.

Questa voce è stata pubblicata in Passato remoto. Contrassegna il permalink.

4 risposte a

  1. pensierieaparole ha detto:

    “Quell’inchiostro invisibile ai più…” … e le mie pagine più belle sono davvero molto preziose… che poi a rileggerle a volte scappa un sorriso… a volte scappa una lacrima… Bacio C.

  2. abreast ha detto:

    guardiamo il lato positivo della cosa: tu non hai una sola persona che ti ammira, ne hai addirittura 2! il che non è poco, credimi!

  3. PC1969 ha detto:

    Ieri sera durante la partita di calcio della squadra dove gioco ho fatto un gol da urlo , er cucchiaio come direbbe Totti , uccellando 3 difensori. Ho 37 anni e gioco con dei ventenni che mi hanno fatto festa per 5 minuti…
    Tutto questo per dirti che fa bene al cuore , ogni tanto , sentirsi benvoluti e ammirati. Non sei una perla rara ma una persona che evidentemente risulta piacevole. E non e’ poco..

    Ciao !

    PAVLEN

  4. cabiria55 ha detto:

    Per quanto mi ostino a ribadire che son vecchietta e voglio solo starmene tranquilla…i miei figli continuano a voler condividere con me le cose più improponibili…Ai miei tempi i genitori erano “matusalemme” a prescindere…qualunque fosse la loro età! Non ci son più i figli di una volta! ciao Sofia

Vuoi commentare?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...