Stento a ripigliarmi. Sono stati due giorni anomali, a tratti faticosi, emotivamente e fisicamente. Non mi era mai successo in questo lungo tempo insieme di vivermi una delle tue crisi. Fulminea ma c’è stata. C’è stato un momento nel quale hai saputo soltanto essere triste per ciò che non. Ciò che non possiamo quasi mai fare, vivere, gustare, progettare. C’è stato un momento nel quale la tua tristezza è stata talmente tanta da farmi arrabbiare, da farmi divincolare dal tuo abbraccio, poi tutto è passato. Altrettanto velocemente ti sei scosso e sei tornato da quel pertugio di malinconia malmostosa nel quale ti eri infilato.
Non riesco ad accettare lo spreco di tempo prezioso, il NOSTRO tempo. Spero non accada più.

Questa voce è stata pubblicata in Passato remoto. Contrassegna il permalink.

7 risposte a

  1. RobertoTossani ha detto:

    Eh, ma sai, cioè, hai anche ragione, però vedi, allora, se ci pensi bene, lo so che hai ragione, tuttavia…
    😀

  2. abreast ha detto:

    come ti capisco… il tempo a disposizione già è poco, perchè “sprecarlo” così?

  3. MariaLuisaM ha detto:

    Ho l’idiota certezza che ci saranno sempre tempi migliori, tuttavia, ce lo dobbiamo ricordare: del tempo dobbiamo averne cura, che non diventi ansia, che non diventi tigna.

    “Nulla di ciò che t’offro
    è irraggiungibile:
    cieli e solchi d’uccelli, carezze come nubi
    – il tuo cuore che batte inimitabile –
    Tutto questo è possibile
    senza bisogno di fantasticare.

    Altro non siamo che argentate tracce
    lasciate dalle chiocciole nei luoghi
    visitati nei sogni.
    E mai nessuno chiederà in che giorno
    o in che mese viviamo.

    Un lampo che s’incunea dentro il tempo
    è quanto ci rimane da salvare.
    L’illusione di stare l’un con l’altro.

    Nulla di ciò che t’offro
    può sembrare impossibile:
    pensieri in volo simili ad uccelli,
    un ponte teso fra i nostri due mondi.”

    Ciò che ti offro, Francisco Vejar

    —–

    A presto Simo, via mail

  4. pensierieaparole ha detto:

    Perché??? Perchè a volte succede, succede di avere paura… ho avuto le stesso crisi del tuo Ivan… E tu le stesse reazioni di D…
    Perchè si è diversi, che se fossimo l’uno la fotocopia dell’altra sai che palle… 🙂
    Un bacio CaraSimo…

  5. texte ha detto:

    Situazioni normali di un rapporto particolare.

  6. Jexie ha detto:

    Ti capisco davvero.. ed è difficile spiegare quello che si prova forse perchè alcuni le reputano banalità.. ma tu soffri di questa cosa.
    Cerca di prendere il lato bello e di non avvelenarti il fegato.
    Queste crisi nei maschietti non mi sono mai piaciute.

  7. cabiria55 ha detto:

    Hai ragione…e hai fatto bene ad arrabbiarti.

Vuoi commentare?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...