Esistono persone che cercano la visibilità di riflesso, la cercano restando nell’ombra.
Intanto ringrazio tutti quelli che sul blog o privatamente si sono fatti vivi per darmi una pacca sulla spalla. La persona, donna o uomo che sia, che ha lasciato la scia di commenti deliranti nel post precedente andrebbe ignorata ma c’è una particolarità che fa sì che io ci spenda qualche riga. C’è una sorta di sottile cattiveria nel voler far credere che io e lui (?) ci conosciamo davvero, nel volermi far passare per una st*ronza che "non*glie*la*da". Si parla di chilometri fatti ( da lui ), di luoghi di lavoro, di attesa di telefonate.
Ora, questo blog è aperto da molto tempo. Da quando è stato aperto vi sono state alcune persone, alcuni uomini, che mi hanno manifestato il loro interesse, la loro disponibilità ma sempre in modo molto educato, molto lieve. Questo signore va giù pesante, cerca spazio non esponendosi, spara balle spropositate. Perchè? Che senso ha? Ho pochissimi contatti che vanno oltre questo blog: una persona alla quale voglio davvero un gran bene e un paio di deliziose signore. Mi piacerebbe sapere se ho pestato i piedi a qualcuno e perchè. Io mi sto facendo un’idea molto precisa, ma so che non avrò riscontri perchè è molto più comodo inventarsi di sana pianta inesistenti pizze dai cinesi che dichiarare "Mi stai sulle balle perchè bla bla bla…", e beccarsi le conseguenze di un’uscita allo scoperto. Molto più comodo farmi passare da z*occola e ridurre tutto ciò che ho riversato qui dentro, giorni, attimi, amore, dolore, ricordi, sofferenza, a spazzatura. meglio farmi passare da quella che "va al concerto col suo bello" col biglietto procurato da questo spasimante fantasma e poi no, lo fa stare sulla corda. Pessima prosa, pessimo stile, pessimi argomenti. Grande furbizia però nel far sembrare tutto possibile: si leggiucchia qua e la, si mettono insieme un pò di elementi, si confezione ( male ) una storiella da chat, un feuilleton da web et voilà, ci si sente realizzato/a.

Poveraccio. Poveraccia.

Anche nel caso mi trovassi di fronte a uno schizzato totale, uno che ha scelto me a caso ( ma non credo ), ho un consiglio: gentile sig./sig.ra Anonimo, mi faccia sapere la sua regione di provenienza: ho un carissimo amico primario di psichiatria ( non conosco solo ginecologi ) e socio onorario dell’ordine dei medici psichiatri. Ha periziato anche la F*ranzoni, penso che il nome di uun bravo collega glie lo possa fornire.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Passato remoto. Contrassegna il permalink.

11 risposte a

  1. abreast ha detto:

    un solo errore: dai troppa importanza a chi, a quanto pare, non la merita affatto!

  2. stann ha detto:

    ah, ecco.
    questa mattina, quando ho letto il delirio qui sotto, non sapevo cosa pensare, ma mi puzzava tanto, ma tanto di palla colossale.
    un poveraccio.
    o poveraccia, perche’ anche a me dato l’impressione di essere poveraccia, al femminile…

  3. pensierieaparole ha detto:

    Stà di fatto che la tizia in questione ha fatto proprio una bella figura di mer**!!!
    Un bacio CaraSimo… 🙂

  4. pensierieaparole ha detto:

    Di norma non sono così ligia alla volgarità…
    Come dicevamo ognuno ha già le sue sante croci e suoi santi casini tutti i giorni con cui fare i conti, e trovarsi a che fare con un motivo in più d’angoscia non è affatto divertente…
    Che la persona in questione vada a far passare diversamente il suo buontempismo… avrei qualche suggerimento in questione, lì cervello non serve, ma solo un gran paio di polmoni…
    E non vado oltre perchè poi divento davvero scurrile…

  5. Dovesei ha detto:

    Stann – quando si dice univocità di pensiero…:)

    C. – Mmmh…gonfiare palloncini per una festicciola alla scuola materna?
    Soffiare nell’etilometro?
    Fare footing?

  6. Dovesei ha detto:

    Abreast – Probabile che tu abbia ragione ma mi ha urtato ancora di più il fatto che abbia colto che in pratica il Signor Splinder ha avuto la brillante idea di eliminare tutti gli IP. Per ora comunque i commenti restano aperti anche agli anonimi. Per ora.

  7. utente anonimo ha detto:

    Ciao Simo, sono R., ti ricordi di me?
    Ti leggo sempre, sistematicamente tutti i giorni e…non ho parole per esprimerti tutto il bene del mondo. Che nervi quando leggo queste vigliaccate!!!
    Un messaggio a questo Anonimo, semplice, chiaro, lineare: sei uno stronzo (scusate la volgarità ma quanno ce vo’ ce vo’), vigliacco, vile, volgare, ti nascondi dietro un anonimato per dire…..c…..!!!!!
    Scusate per l’intervento poco ortodosso. Vi abbraccio e bacio tutti. R.

  8. utente anonimo ha detto:

    non è piacevole, comunque.
    uomo o donna? non so, non ho letto attentamente.
    remo

  9. pennastilo ha detto:

    Se ti può consolare, anche a me è successo che un anonimo lasciasse commenti provocatori. Non di questo genere, ma mi ha dato fastidio lo stesso.
    Spero che la cosa finisca qui. Dopo un po’ queste persone si stufano da sole.

  10. texte ha detto:

    un solo termine: idiota

    ..che va bene sia nel caso di uomo(che uomo) o donna(che donna).

Vuoi commentare?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...