Alla fine non ho retto: dopo dieci ore di festeggiamenti mi sono eclissata, sono tornata a casa, la casa immersa nel silenzio, L. a vedere la finale coi suoi amici, mio marito a casa degli altri amici. Mi sono vissuta il secondo supplementare e i rigori da sola, pervasa da una strana sensazione. Il rumore, il caos, la festa premevano ovattati fuori e sono esplosi subito dopo il rigore di G*rosso.
Contenta, soprattutto perchè amo vedere la contentezza della gente. Una telefonata a F. che in questi giorni è lontana. Una a L. che continuava a gridare campionidelmondotirendicontoooooo??. Un messaggio a te che mi rispondi "Me la sono vissuta da solo però sono contento. Ti bacio."
Stamattina da vera avulsa del calcio ti chiedo chi sia quel musone dall’aria sempre un pò scazzata e triste, proprio bravo però, quello coi capelli lunghetti, sì, P*irlo, da dove salta fuori?
– Gnara, è un bresciano purosangue chel lè! Noi siamo tutti un pò tagliati con l’accetta.

Ho sorriso. Mica un caso che mi stesse simpatico nonostante quell’aria un pò sfuggente e quel musagnone.

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Passato remoto. Contrassegna il permalink.

2 risposte a

  1. abreast ha detto:

    sai qual è la cosa più “sensazionale” di questi ultimi mondiali? che hanno avuto il potere di far appassionare alle sorti della nazionale anche persone come te che, abitualmente, si disinteressano completamente del gioco del calcio!

  2. Masso57 ha detto:

    E mica un caso no….ogni bussola riconosce sempre il polo magnetico…

Vuoi commentare?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...