Non ne capisco il motivo ma mi sei venuto a raccontare che il matrimonio del fratello di tua moglie è in forte crisi. Come sempre quando inizi a parlarmi di tematiche familiari mi viene l’orticaria e l’irrefrenabile voglia di cambiare discorso. Ascolto. Pare che il tipo, trentaquattrenne sposato da otto anni e con una bambina di due si sia improvvisamente incupito, non parla più, non ha "più voglia di uscire", ha smesso di giocare col cellulare a la playstation, ha confessato alla sorella di non reggere più la consorte, da sempre molto diversa da lui caratterialmente; una specie di ciclone saltellante che abbraccia e bacia tutti, che chiama zio e zia anche chi non lo è, che comunque ha i suoi 35 annetti e il "famoso", per gli aficionados di buona memoria di questo blog, h***pes g***talis misteriosamente acquisito dal consorte, sì, quello che ora è depresso.

– Posso essere franca o è meglio che taccia del tutto?

– Sai che puoi dirmi tutto e poi te ne ho parlato io.

– Il tutto è solo in una frase: che ti aspettavi? Ti stupisce questa cosa?

– Ah…bèh…mmmh…non saprei…Mi stupisce quanto lui si sia incupito: è irriconoscibile.

– Troveranno una strada. Si trova sempre una strada.

– Ah bèh certo…se ripenso a com’ero io quando ci siamo conosciuti…

– Sai che qui sta venendo su un gran temporale?
Il tempo metereologico è sempre un ottimo argomento per sviare…

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Passato remoto. Contrassegna il permalink.

3 risposte a

  1. abreast ha detto:

    sull’argomento accade davvero di tutto, purtroppo!

  2. Masso57 ha detto:

    me lo immaginavo, che ti dicesse la frase che ha preceduto il temporale…me lo sentivo proprio, capisci? E non perchè lui sia scontato….

    Un abbraccio, Simo. E mi stanno simpatiche quelle che sputano i semini delle angurie dalla finestra…

  3. Dovesei ha detto:

    Abreast – sono anch’io rimasta colpita dalla triste ovvietà di certi percorsi. Mi è meno chiara la mia scarsa propensione ad ascoltare certe storie da parte sua.

    Massimo – anche se pure io la sentivo nell’aria quella frase, è stata una carezza.
    Quanto ai semini…qualche volta anche quelli di ciliegia, e poi mi arrabbio se per caso faccio palo contro le ringhiere del terrazzo.
    Vabbè, adesso chiamate per un TSO.

    Un bacio

Vuoi commentare?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...