Solstizio d’inverno

Da alcuni giorni osservo il tramonto. Arriva all’improvviso e incendia il cielo. E’ un tramonto stupendo, dai colori quasi estivi e solo gli alberi spogli e le foglie croccanti sotto le suole ricordano che tra pochi giorni cadrà il solstizio d’inverno. Cerco di non pensare al futuro greve ipotizzato da stampa e telegiornali. Guardo le facce felici dei bambini di fronte a una renna vestita con calzoni e panciotto che canta Santa Claus Is Coming To Town a ogni spostamento d’aria. Guardo i cani che sembrano ridere tirando i loro padroni qua e la in cerca di pisciatine da annusare. Entro in un bar affollatissimo e bevo un espressino, meravigliosa coccola di caffè, crema di latte, panna, una spruzzata di granella al cioccolato in bicchierino di vetro. Non ho fretta, entro in libreria e scelgo un paio di regali di Natale. Esco di nuovo in strada e penso a ieri sera, tutto bello: parole, gesti, carezze, progetti. Sono serenamente fiduciosa pur senza espormi troppo, senza rincorrere chissà cosa. Vivo alla giornata, per certi versi. Aspetto il 21 dicembre sottilmente felice nel sapere che le giornate torneranno ad allungarsi. Il solstizio d’inverno vissuto quasi come un arrivo della primavera, rimanere lieve nelle giornate, nelle parole. Camminiamo uno sottobraccio all’altro, ti lamenti della pesantezza di tua madre, “E’ deprimente andarla a trovare, non fa che raccontarmi chi è morto nel quartiere, chi si è ammalato-di-cosa…L’unico argomento allegro è stato il ritrovamento della bara di Mike Bongiorno!”  Chissà perchè i rapporti coi genitori anziani diventano spesso pesanti; sono pesanti loro o siamo noi ad essere sempre meno pazienti? Ti guardo, sei tutto serio e seccato, io rido e ti abbraccio. “Piantala dai! Chissà come saremo noi tra 25, 30 anni, se ancora saremo qui!” – Mi abbracci e ridi, il malumore già lontano. il tempo è un animale strano col quale è bene non scherzare, al quale è bene non voltare mai le spalle, non bisogna perderlo nè perdersi. Arriverà il solstizio, le giornate si allungheranno impercettibilmente, poi tornerà la luce, e in un baleno il solstizio d’estate e in un blink l’estate di San Martino, di nuovo, ma qualcos’altro sarà sempre possibile.

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Da oggi in poi e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Solstizio d’inverno

  1. paoladazero ha detto:

    pari innamorata….che bello:-)) !

  2. Dovesei ha detto:

    La mia riserva d’amore è ancora prosciugata, ma diciamo che sto bene, in armonia. L’amore è ( stato ) altro, ma va benissimo così! ; )

  3. Roberta ha detto:

    Ciao Simo sono Roberta! Non sono desaparecida solo non riesco più ad entrare nel mio blog, chissà che casino ho fatto. Meno male che non hai messo il divieto agli anonimi…. ; ) Tutto va…..di mmmmbeep al solito. Tu invece mi sembri serena. Bene, bello, a presto.

    Roberta

  4. massenzio ha detto:

    Sono contentissimo, e tu sai perchè.

  5. Dovesei ha detto:

    Qualcos’altro è comunque possibile Massimo, sempre. : )

Vuoi commentare?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...