American beauty

 

Era una di quelle giornate in cui tra un minuto nevica. E c’è elettricità nell’aria. Puoi quasi sentirla… mi segui? E questa busta era lì; danzava, con me. Come una bambina che mi supplicasse di giocare. Per quindici minuti. È stato il giorno in cui ho capito che c’era tutta un’intera vita, dietro a ogni cosa. E un’incredibile forza benevola che voleva sapessi che non c’era motivo di avere paura. Mai. Vederla sul video è povera cosa, lo so; ma mi aiuta a ricordare. Ho bisogno di ricordare. A volte c’è così tanta bellezza nel mondo, che non riesco ad accettarla… Il mio cuore sta per franare.

 

Questa voce è stata pubblicata in Da oggi in poi e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

11 risposte a

  1. Roberta ha detto:

    Ah Simo Simo….sai che anche qui come di là da me mi guardo intorno e mi dico che Splinder era meglio? Il tuo blog è bello e tu…..sei sempre tu, perfetta, profonda, impeccabile, ironica, ma le nostre vecchie case mi piacevano di più.Detto questo, bello sto brano. Non conoscevo il film se non per sentito dire. Cercherò di vederlo.
    un abbraccio
    Roberta

  2. Riccardo ha detto:

    Ti ricordi le parole del video nel pezzo di Freddy mercury postata su questo blog?

    Riccardo

  3. NuvolaVola ha detto:

    Bello. Ho visto quel film.
    E mi piace pensare che esiste un senso per ogni cosa. E che i ricordi vadano coltivati, custoditi con cura. Anche quelli meno belli. Saperne osservare, attraverso il tempo, le diverse sfumature.

    Ti riporto una cosa che ho scritto tempo fa:

    “C’è stato un tempo nel quale accarezzavo i sogni.
    Li nutrivo, li coltivavo, li alimentavo. Fino a trasformarli in ossessioni.
    Poi, c’è stato il tempo del dolore. Ma anche questo tempo se ne è andato.
    Adesso, ho imparato ad accarezzare i ricordi.
    Ed è un tempo con un sapore molto dolce”.

    ciao.

    • Dovesei ha detto:

      C’ è, è vero, il tempo del dolore. Poi diventa solo tempo.
      C’è il tempo dei sogni che molto spesso restano tali ma va bene così.

      Unità di pensiero, come vedi. Benvenuta.

  4. rossana ha detto:

    Un film che amo e rivedo almeno una volta l’anno (a volte anche due…)
    La frase (e il personaggio di Rick) è fra le più importanti, nel contesto del film.
    Grazie per averla ricordata.

    • Dovesei ha detto:

      Ultimamente mi capita di ripensare a bei film, belle canzoni, e mi viene voglia di riportarle. Ieri per esempio, arrivata a casa ho acceso il televisore e davano “L’amore ha due facce”, delizioso film con una fantastica Barbra Streisand e un’ancora più fantastica Lauren Bacall. Peccato che stesse ormai finendo. andrò a ripescarmelo.

Vuoi commentare?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...