Così.

Sarà banale, ma è come se un altro pezzo della mia gioventù se ne fosse andato.
In più non sopporto la beatificazione subito partita ( anche lei come Michael Jackson, non se la filava quasi più nessuno, ) nè le speculazioni che seguiranno.
A me è sempre piaciuta, per la voce, la bellezza,la classe, la fragilità manifesta.

Questa voce è stata pubblicata in Da oggi in poi e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Così.

  1. akio ha detto:

    è stata una delle colonne sonore “easy listening” dei miei anni 84-92 per le stesse ragioni che hai scritto tu.

    • Dovesei ha detto:

      Ieri sera ho ritrovato la cassetta, che ora come ora fa pensare alla cassetta della posta o a quella dei pomodori comprati in offerta.
      Quanto è cambiata la vita e il modo di ascoltare musica in “soli” vent’anni… Non ho nemmeno più un apparecchio per ascoltarla.

  2. Massenzio ha detto:

    Credo di aver sognato con lei, ed in ottima ed affollata condivisione, quando arrivò a Sanremo col primo successo, una esibizione dal vivo mentre tutti gli altri erano in playback, emozionante.
    Però l’idea che si sia sputtanata in 25 anni quasi 300 milioni di $ fino a restarci secca mi fa un po’ impressione: anche se è la conferma che esiste una sostanziale differenza tra cose che hanno un valore e quelle che hanno un prezzo. Le prime, alla fine, e per quanto ricco sia, non te le puoi comperare.

    • Dovesei ha detto:

      Credo che quando si passi oltre un livello di vita “normale” sia un rischio altissimo, quasi inevitabile, quello di confondere ciò che vale davvero da tutto ciò che si può comprare. In più esiste, in coloro che hanno successo, talento, bellezza, un’insidiosa paura di non saper mantenere il tutto.
      Ho da poco visto sul tubo la performance (?) di Celentano… Brrrrr!!! Questa sì mi ha fatto senso. Già non credo nei profeti biblici, figuriamoci in questo deficiente. Bah…

  3. kryaposRiccardo ha detto:

    Sai Simo… quando hai visto e vissuto il terminare di molte vite, ti viene spontanea una reazione di fronte a questo, non per cattiveria o cinismo, ma solo perchè molti lottano per vivere con teacia e passione, mentre altri vivono nell’incosapevolezza del poter morire con troppa leggerezza.
    Mi ricorderò la voce ma non l’unità carbonio che la produceva, proprio perchè buttare via la vita è un peccato grandissimo anche e forse più per chi non è credente.
    Riccardo

Vuoi commentare?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...