Lunedì

Dopo un fine settimana come quello appena passato sono giunta ad una conclusione:bisogna sapere quello che si vuole, altrimenti tocca tenersi quello che arriva.

Ma sappiamo davvero quello che vogliamo?

Questa voce è stata pubblicata in Da oggi in poi e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

14 risposte a Lunedì

  1. Conte Max ha detto:

    Ciao Simo, e scusa la assenza, ma qui è un caos (pubblico e privato) totale. Io so quello che vorrei, restando al tuo post: ma arriva sempre tutt’altro. Tante piccole tessere di un puzzle, che si chiama “serenità”, ma non trovo le tesserine mancanti, ed anzi stanno volando via anche quelle che credevo al loro posto.

    • Dovesei ha detto:

      Massi, se c’è qualcuno che non deve scusarsi per l’assenza quello sei tu. Quanto al resto, evidentemente la nostra generazione va controcorrente: invece di avere ogni cosa al suo posto e un posto per ogni cosa, si destreggia in un bric-à-brac esistenziale.
      Ti abbraccio.

  2. Il Banale ha detto:

    In questo momento? un letto.
    E stasera? 3 bocce di vino da accompagnare alla tagliata di calamari.

    • Dovesei ha detto:

      Detta da te, dear Banale, risuona colma di doppi sensi.
      Che roba è la tagliata di calamari? Un enorme calamaro a fettine? Una fritturina di anelli? Un calamaro COME? Che magari la prossima volta che vado dal pescivendolo…

      • Il Banale ha detto:

        Banale dice: compra un fottuto calamaro lo tagliuzzi un po e lo schiffi mogio mogio sulla piastra. 2 min de qua, 2 min de la, poi olio limone e origano.

        Poi hai un orgasmo.
        E senza averti toccato, vuoi mette.

        • Dovesei ha detto:

          Non è che serva un calamaro unto e brutalizzato, per procurare un orgasmo senza sfiorarmi. Il gusto del mese di Grom può bastare, o anche una pizza di Pino. Comunque venerdì comprerò il fottuto calamaro, poi le saprò dire, dear Banale.

      • Il Banale ha detto:

        Mi faccia sapere donna di poca fede.

  3. sabby ha detto:

    quella è la parte complicata: sapere quello che si vuole, anzi, molto spesso lo scopriamo solo vivendo!!!

  4. sabby ha detto:

    mi ricorda una canzone quel “lo scopriamo solo vivendo”, o sbaglio??🙂

  5. Linda ha detto:

    Mia cara, io invece dopo il mio fine settimana ho capito cosa NON VOLGIO PIU’…e t’assicuro non è poco…per contro però quello che arriva spesso rientra nelle cose che non voglio!!!!….quindi non se ne esce più!!!!😉
    P.S. : la tagliata di calamari l’ho inventata io…e t’assicuro è veramente da orgasmo! Va precisato però che il calamaro deve essere tagliato facendo delle incisioni lungo il corpo senza arrivare alla fine in modo tale che ridulti sfrangiato…e condito, dopo brevissima cottura sulla piastra, con olio extra v. limone prezzemolo e peperoncino!!

    • Dovesei ha detto:

      Forse non ho ben capito cos’è un calamaro… E’ una seppia gigante? E’ quello con la tasca d’inchiostro? Quello che sembra un cappuccio del ku-clucs-clan?

  6. paoladazero ha detto:

    io lo saprei ma di solito non riesco mai ad ottenere quello che voglio, credo che mi manchi qualcosa, tipo la convinzione, la determinazione, insomma alle volte mi sento senza spina dorsale, tipo un calamaro appunto…

Vuoi commentare?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...