Oramai hanno sfinito…

…ma questa è la recensione migliore, senza dubbio.

[La Stampa, 12 Ottobre 2012]

È autunno e noi siam già di 50 sfumature di grigio. L’avete letta la mitica trilogia dei tre libri porno-armony? 50 sfumature di grigio, 50 sfumature di nero e poi 50 sfumature di rosso. Tutti che parlano di sesso sadomaso. Avete mai fatto sesso estremo? Mi sa che al massimo siete cascati dal letto mentre cercavate di levarvi le mutande. Se vi vediamo con la frusta in mano è perché state facendo la maionese, l’unica cosa che avete legato con la corda in vita vostra è stato l’arrosto. La storia è questa.

Cristian Grey, uno ricchissimo e fighissimo, si innamora di Anastasia Steele, una poverissima ma bellissima. E le fa vedere i sorci multicolor. La frusta, la sculaccia, la appende come una salama in cantina, la rivolta come il sacco dell’aspirapolvere, la trita, la spezza…praticamente un mulinex. E lei gode come una salamandra. Alle donne è piaciuto tantissimo. Perché le donne, cari miei, soprattutto quelle regular, le madamine perbenino, sotto sotto sognano un marito che le ribalti. Che le faccia vedere il sole di mezzanotte e lo stocafisso di mezzogiorno. Invece stanno con delle meduse che fanno l’amore una volta ad equinozio. Che pensano che Clitoride sia un filosofo greco. Ectoplasmi che dopo le 9 di sera prendono la forma del divano e lì rimangono fino alle due di notte quando tu per pietà li tiri per i piedi e te li scatafratti nel letto. Lumaconi che se gli dici fammi vedere le stelle ti dicono «Eh.. bisognerebbe andare in montagna…».
Se il maschio nostro ti molla una sberla sul sedere è perché ci si è posata sopra una zanzara. Chiaro che se stai con uno così poi leggi di questo qui che un po’ ti cuorca e un po’ ti regala i diamanti, ti dici perché no. Guardi il tuo lui che russa ancora col telecomando in mano che fra un po’ glielo omologano come protesi, e pensi: ma io anche quattro tirate di capelli me le prendo volentieri… Peccato che sto Cristian Grey sia un disturbato mentale da denunciare per stalking, infatti io speravo che alla fine crepasse tra atroci sofferenze. Oppure che lei cambiasse parrocchia e si facesse suora come Lola Falana. Invece no. Finisce che si sposano e fanno due figli. E continuano a saltare sulla materassa come nelle prime pagine. Ma non è credibile. Dopo due figli le mogli se solo ti avvicini dopo una giornata di sbattimento scuola, casa, compiti, e capo con le paturnie, ti prendono a padellate con la pentola antiaderente così non si vedono i segni…
Speriamo solo che non ci sia il sequel. Perché dopo il matrimonio e due figli le cinquanta sfumature potrebbero solo essere di maron.

Questa voce è stata pubblicata in Da oggi in poi. Contrassegna il permalink.

16 risposte a Oramai hanno sfinito…

  1. zuzimat ha detto:

    mi sto immaginando la salamandra🙂 non leggerò quei libri, credo che sia la migliore recensione questa!🙂

  2. Diemme ha detto:

    Troppo carino, credo che sia tra i post più simpatici che io abbia mai letto! 😀

  3. ilmiosguardo ha detto:

    non li ho letti e non li leggerò, e di questo sono certa
    ma di una cosa sono altrettanto sicura: sei simpaticissima e uno spasso, complimenti per il post!

    però su, dai, che non sono tutti così i mariti! 🙂
    buonissima giornata, ciao

    • Dovesei ha detto:

      Può essere, che i mariti non siano tutti così, ma il telecomando da omologare a protesi e, aggiungo di mio, la grattata di culo-spiccia pigiama-barra tuta dalle chiappe… ci cascano tutti.😉

  4. Riccardo ha detto:

    Dici delle bugie orrende.
    Se dai una pacca al lato B sei etichettato come porco maschilista, se cerchi di ribaltabile qualcuna sul divano mentre c’è c’è posta per te con la sensuale e un pò roca voce della De Filippi, sei un porco maschilista, se regali qualcosa sei un porco maschilista che deve farsi perdona un xy ancora da scoprire per cui lo sei al quadrato.
    La verità è che è sempre più difficile capire quando la parte del porco maschilista è ben accetta, forse mai o solo nella letteratura pornosoft.

    • Dovesei ha detto:

      Riccardo, se tenti di approcciare una che guarda “Supposta per te” esiste già di base un grosso problema. Io se al sabato sto a casa mi guardo Ulisse, che Alberto Angela…mmmh…

  5. linda ha detto:

    Simo, ti linko anche questa recensione che a me ha fatto sbellicare: http://comesefossebionda.wordpress.com/2012/09/18/in-sul-calar-del-sole-reco-in-mano-7-recempsioni/

    Devo dire che anche quella della Stampa è simpaticissima.🙂

    Devo però confessarti che questo modo di pensare le donne mi urta e mi mortifica; tutti questi scrittori del menga che sanno quello che le donne vogliono e cosa le fa felici e trovo grottesco dipingere la donna come una affetta dalla sindrome del violentami-che-mi piace-un-sacco. Personalmente lo trovo ributtante.
    Bacioni!

  6. maudechardin ha detto:

    Ahahaha bellissima!
    Ps pure a me piace Alberto Angela😉

  7. Il Banale ha detto:

    MAdò bellissimo post.
    Ho i lucciconi.

  8. katherine ha detto:

    ahahahaha! Divertentissimo! Meno male che in questo momento nessuno mi vede, o si penserebbe che sia andata fuori testa, visto che rido come una matta davanti a un pc!😀

Vuoi commentare?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...