Otto marzo.

No, niente mimose, auguri, certo, ma quelli che vi faccio ogni giorno, ragazze di ogni età che venite a leggere, e cioè che la vita vi dia ogni giorno ciò che desiderate, anche in dosi omeopatiche, ma che vi regali qualcosa.
E se volete leggere la cosa più forte e sensata sull’otto marzo vi rimando a Memoriediunavagina, trovate il link qui accanto.
No, niente cose ovvie oggi. E’ solo che stamattina, al bar dove faccio sempre colazione, mi hanno regalato un mazzetto di mimosa e a me è tornata in mente mia mamma.
Perché era il suo fiore preferito sempre, assieme alle fresie.
Perché ogni volta che lo aveva tra le mani mi diceva “Chiudi gli occhi…”, e me lo passava sulle palpebre chiuse. Quel fresco, la morbidezza, il profumo sono un pezzetto di lei rimasto sulla terra.

Questa voce è stata pubblicata in Da oggi in poi. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Otto marzo.

  1. Paola ha detto:

    Poesia pura. Buona vita a te. Paola

  2. linda ha detto:

    hai un buon motivo per amare l’8 marzo!

  3. paolaemme ha detto:

    primo sorriso della giornata

  4. katherine ha detto:

    Ho letto il post che ci hai indicato. Una forte denuncia contro la violenza degli uomini sulle donne. Bel post.
    Per il resto, buona vita a te, e che i ricordi della tua mamma ti siano lievi e portatori di dolcezza, come le carezze delle sue mimose.

  5. Riccardo ha detto:

    Sono allergico alle mimose che posso farci.

Vuoi commentare?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...