Tutto considerato…

Stavo meglio a Londra.
Nonostante non ami le metropoli.
Nonostante sia cara impestata.
Nonostante sia freddina.
Ma ci si lavora bene.
La gente è civile e per la maggior parte friendly.
Nessuno bada se te ne vai in giro in cappottino e scarpe da ginnastica.
Nessuno mi rompeva le palle.
Non l’amico ereditato in crisi coniugale, che sta ricadendo tra le grinfie dell’erinni, la quale erinni però temporeggia “Non sa”, e io subisco dubbi e lacerazioni dell’ometto in questione.
Non il figliolone che sta(VA?) per andarsene a vivere con la sua ragazza, ma con tempismo inadeguato la suddetta ha tirato fuori la sua vera indole, e mò…? E tra una settimana hanno la firma del contratto d’affitto.
Non la figlioletta con le sue 3000 richieste.
Non il fidanzato con i suoi loop esistenzial-umorali.
E’ che poi, in fondo, ho imparato a passare oltre, a guardare oltre. Ma non è che poi questo mio guardare oltre mi piaccia gran che. Perché l’adattarmi al “così è” mi sa tento di rassegnazione, e io non sono una che si rassegna facilmente.
Ma allora? Allora non me ne frega niente della coppia in crisi? SI.
Non me ne frega niente delle beghe sentimental-pratiche di mio figlio? Boh.
Non me ne frega niente delle 3000 richieste di mia figlia? A volte.
Non me ne frega niente dei corsi e ricorsi storici del mio fidanzato? A ri-boh.

Questa voce è stata pubblicata in Da oggi in poi. Contrassegna il permalink.

18 risposte a Tutto considerato…

  1. Mari ha detto:

    ” Perché l’adattarmi al “così è” mi sa tento di rassegnazione, e io non sono una che si rassegna facilmente.”
    Neanche io sai? Buona Domenica🙂

    • Dovesei ha detto:

      Rassegnarmi non fa parte del mio carattere, ma sempre più spesso ultimamente ho degli attacchi di stanchezza per cui mi verrebbe da farlo. L’unica arma adeguata mi pare una sana dose di egoismo.

      • Mari ha detto:

        brava…sembrerebbe che solo l’egoismo sia l’arma adeguata… il discorso è che bisogna ESSERE EGOISTI NELL’ANIMO… un bacio e un abbraccio
        Marì

  2. elenamaria ha detto:

    la tristezza di doversi adattare
    rifletterci!

  3. linda ha detto:

    Ma a qualcuno frega qualcosa di noi? Boh.

  4. Dovesei ha detto:

    Linda cara, a leggere la tua domanda mi è venuta in mente una frase “Certi giorni penso sia già tutto qui, certi altri invece non è così.” Un Ligabue d’annata che riassume bene, sotto altra forma, la tua domanda.
    Una cosa, mi viene da risponderti in questo periodo: più si da, meno si riceve. Quindi più si da più i nostri bisogni diventano trasparenti, e scatta la domandona che mi hai posto. Non ho ricette sicure se non quella di praticare del sano egoismo. Chissà come mai ma all’improvviso si accorgono tutti che manca qualcosa, manca qualcuno. Dura poco però. E’ un cane che si morde la coda.
    Mi sa che lo sbaglio sta dalla nostra parte…

    Un grande abbraccio!

  5. TADS ha detto:

    a volte fregarsene è la risposta più razionale da dare a certi eventi,
    viaggiare parallelamente, seppur solo in parte, a percorsi non modificabili non è sinonimo di rassegnazione né di cedimento.

    TADS

  6. liù ha detto:

    Diventare un po’ egoisti sarebbe la soluzione migliore e vi ho fatto un pensierino pure io tante volte ,solo che con i pargoli il nostro sano egoismo va a farsi benedire e ritorniamo a farci angosciare dai loro problemi.
    Per cui io che non conoscevo il verbo rassegnarsi adesso ne faccio largo uso.
    Ciao
    liù

    • Dovesei ha detto:

      E’ vero, i figli ci “fregano” sempre, e le virgolette sono d’obbligo, perché lo spendersi fa parte dell’essere genitore. Certo che a volte si è stanchi, e io lo sono, paradossalmente, di più da quando non ho più mia mamma, anche se ero io ad occuparmi di lei, ma lei c’era, e c’erano dei momenti fatti nulla in cui potevo stare là, dove ha vissuto negli ultimi tempi, e sentirmi accudita, in qualche modo.
      Difficile da spiegare, mi rendo conto… : )

      • liù ha detto:

        Ti capisco benissimo anche se con mia madre non ho mai avuto un buon rapporto, al contrario mi è capitata una figlia che è pazza di me ed io di lei per cui capisco come tu ti debba sentire anche se ti parrà strano…… 🙂

  7. Riccardo ha detto:

    Ma anche No…

    sparita nè.

  8. Riccardo ha detto:

    Questa cersione è un pò particolare, considerala un regalo.

    • Dovesei ha detto:

      Io lo so che tu ci sei sempre, Riccardo. Non è una captatio benevolentiae, la mia, non ne abbiamo bisogno io e te.
      Ma sai anche come sono fatta. Il soprannome “porcospino” non me lo sono data da sola…😀

      Il tuo regalo è una dolcezza.

  9. Riccardo ha detto:

    Versione, non cersione uff,.. non poter modificare.

  10. metalupo ha detto:

    A limite Haribo, nel senso di rotelle liquirizia, uhuh🙂

Vuoi commentare?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...