#perdire

Gli uomini sono più predisposti alle rimozioni definitive, alle cancellazioni. E’ un commento di Tads in coda al mio post “Cose così”, dove scrivevo del mio approcciarmi coi piedi di piombo al nuovo bipede col quale potrei iniziare un discorso pseudo amoroso, o un percorso.
Intanto con lui mi diverto, nel senso che è un uomo molto simpatico, social in senso positivo, risolto e allegro. Certo, anche lui ha i suoi scazzi ma per ora non ce li scambiamo a mò di figurina Panini, celo-manca. Viviamo alla giornata, alla settimana, facciamo programmi limitati nel tempo. Condividiamo alcune passioni, altre no, passiamo tempo insieme e a volte no perché non reggo molto i suoi ritmi. Ho inquadrato da subito il limite, che è poi il motivo principale che ha fatto fallire il suo matrimonio: il suo lavoro è diventato forzatamente anche il suo stile di vita, e non dico di più perché non è giusto farlo ma posso capire che una moglie con un lavoro normale più due bambini abbia finito col non reggere più le sue assenze.
Sono stata chiara fin da subito. A questo punto della mia vita mi concedo il lusso di provare, e di rischiare non facendo cose che non mi va di fare. Perché io non reggo una vita basata sulle pubbliche relazioni, sugli eventi o la loro preparazione prima.
“Ma a me piacerebbe averti accanto sempre.”
“Ma io non ce la posso fare, almeno per ora, poi si vedrà.”
Quindi lo raggiungo al mare quando posso, dato che nella stagione estiva vivrà praticamente là, oppure ci ritagliamo le nostre serate, a casa o a cena fuori.
La spina, piccola per la verità, nel fianco è comunque sempre il mio ex. A contraddire la pur veritiera affermazione di Tads citata all’inizio, il vecchio pischello si fa vivo un po’ troppo spesso, via whatssapp, o messaggio. Non chiama: da sempre so che il giorno in cui voi maschietti eravate in fila per le palline, lui ha dimenticato di prendere il numero e ha trovato poca roba.
Non so cosa voglia.
Apparentemente vagola con la mucca nuova ( vedi “Teorema della Mucca Nuova” di Laura Zigman ) in apparente armonia. E’ “Molto stanco e provato” mi confidano amici comuni.
E che c’entro io? Io ho detto stop ma non mi pare che l’uomo abbia girato col simbolo lutto emotivo tatuato in fronte. A volte penso che sia successo qualcosa di grave, ma poi mi dico che se così fosse gli amici comuni me lo direbbero e lui stesso passerebbe oltre al suo orgoglio barra rabbia e mi avvertirebbe. in qualche modo e non solo con un messaggio, “Ci sei?”. A mancata risposta “Ho bisogno di parlarti.” A mancata mancata risposta “Esco alle 5 e mezza anziché alle 5 come prima. Chiamami.” Immancabilmente ragionierizio nell’approccio pratico ma assolutamente fuori luogo e fuori tempo. Perché tanto lo so che avrà bisogno di rovesciarmi addosso i suoi problemi, vecchi e nuovi, come ha sempre fatto e che io ero ben disposta ad ascoltare, a proporre soluzioni di buonsenso o parole di sostegno, consolazione, tenerezza. Non è più così. Col mio dire “Io mi fermo qui” è finito tutto: disponibilità, ascolto, pazienza, amore. La stima non c’era già più da tanto, e questo ha fatto crollare tutto in un orrendo domino le cui tessere non ho intenzione di rimettere in piedi, nemmeno un paio,nemmeno per quello che siamo stati. Proprio no.
Ci faccia i conti lui, con la sua vita. Io ne sono fuori.

Questa voce è stata pubblicata in Da oggi in poi e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

16 risposte a #perdire

  1. Fedifrago ® ha detto:

    E’ anche questione di carattere e di esperienze …la mia seconda moglie era abituata a uomini che le correvano dietro, anche dopo che li aveva lasciati. Io sono “diverso”, in situazioni e in condizioni particolarmente gravi (a mio modo di vedere) chiudo completamente i canali di comunicazione; chiamala rabbia, oppure orgoglio, il risultato non cambia. Posso fare al massimo mezzo passo, ma se non ho immediato riscontro positivo mi volto e giro le spalle definitivamente.
    Capisco bene il tuo atteggiamento del vivere ciò che arriva, mano a mano che arriva; direi più che legittimo, siamo abbastanza grandi per sapere cosa ci aggrada e cosa no.
    Qualche piccolo compromesso è necessario, ma adeguarsi a differenti stili di vita non si dovrebbe più fare, dopo i 40😉

    • Dovesei ha detto:

      E infatti mi adeguo il giusto, ma l’uomo è intelligente e mi capisce. I 40 li abbiamo passati entrambi da un gran pezzo per adeguarci come ci si può adeguare forse solo da molto giovani, o da perdutamente innamorati.

  2. Signorasinasce ha detto:

    Io non so se gli uomini son più predisposti a dimenticare delle donne. Dipende dalla conformazione della loro anima. Dipende se sono umani o umanoidi.
    In ogni caso io preferisco sempre chi si ricorda di me e di ciò che abbiamo condiviso.
    Bacio
    S

  3. Bulut ha detto:

    Probabilmente pensava che saresti stata sempre disponibile. A volte le persone non hanno nessun tatto, sono egoisti. Smorzandosi la passione, si volgono al nuovo senza pensare a chi li ha amati per anni (e che loro stessi hanno amato).
    Io sono insieme ad un uomo che ho amato oltre misura, piu’ di me stessa, e ho finalmente capito che per lui ero solamente una brava cuoca e governante, non l’Amore della vita.
    Ci sto insieme ancora per il motivo piu’ banale del mondo, ho due figli.
    E’ stato un disastro accorgermene, ma, ora, ringrazio questa consapevolezza (perche’ e’ brutto vivere nella menzogna… meglio accorgersene tardi che mai).
    Mi dispiace che il vostro amore sia finito cosi’, ma ti ammiro, credo che tu stia facendo la cosa giusta.
    Io, riguardo a me stessa, mi chiedo se e’ giusto stare insieme solo per i figli. Per ora e’ cosi’. Pero’ se non avessi figli troncherei, e di brutto. Anche se non e’ il peggiore degli uomini, eh. Ma non mi ama, e mi ha fatto molto male innamorandosi perdutamente di un’altra. Che lo ha scaricato poi, non so neppure perche’. E ora vorrebbe che fosse tutto come prima? Come sono stupidi gli uomini che non vogliono mai prendere una decisione.

    • Dovesei ha detto:

      Grazie per il tuo commento Bulut, così lucido, pacato e affilato. Spesso si trascinano convivenze, matrimoni o storie anche importanti semplicemente per una sorta di pigrizia emotiva, di paura di rimettersi in gioco, di horror vaqui, o per non destabilizzare i figli. Gli uomini (considerazione molto generica,) vanno e vengono, emotivamente parlando. A volte c’è un concorso di colpe, a volte no. Oggi come oggi rifarei tutto, incasinerei tutto come ho fatto ma con una differenza: taglierei prima, sia per quello che ha riguardato il mio matrimonio sia per la mia storia con I. A conti fatti avrei guadagnato un tre anni da una parte e uno e mezzo dall’altra. Quattro anni della mia vita nei quali avrei potuto stressarmi di meno e vivere per me, più serena, più libera mentalmente. Quello che sto facendo ora. In bocca al lupo Bulut.

  4. katherine ha detto:

    Sicuramente l’esperienza insegna. Magari si commetteranno nuovi errori, ma almeno non si ricadrà in quelli precedenti. Io non sono molto pratica, ma ho la sensazione che gli uomini siano, in generale, molto più egoisti di noi donne e si aspettino che noi siamo sempre a loro disposizione, anche quando non lo meritano. Vivi la tua nuova storia serenamente, lascia stare gli scheletri negli armadi e butta via la chiave.

  5. TADS ha detto:

    visto che mi hai citato colgo l’occasione per chiarire…

    gli uomini sono più predisposti a rimuovere definitivamente… questa non è una mia illuminata teoria, è un fondamento della psicologia di coppia,, un fondamento acclarato, testato, ufficialmente riconosciuto

    la questione verte su un altro fronte, l’uomo rimuove di fronte alla certezza della chiusura, se non lo fa è perché qualcosa lo autorizza a credere che ci siano spiragli ancora aperti, se continui a dargli corda rispondendo ai suoi messaggi alimenti questa convinzione. Tra l’altro mi domando che senso abbia continuare a comunicare con un ex quando si è innamorate di un altro

    non voglio buttare benzina sul fuoco ma in queste circostanze il problema si trasferisce tutto sulle spalle della donna, la vanità di non essere stata dimenticata e nemmeno sostituita è un propellente molto potente. E’ anche una questione di rispetto, se dovessi sgamare la mia donna a messaggiare col suo ex… gliela riporterei sotto casa senza batter ciglio.

    il “non dimenticare le cose belle vissute insieme” è un flebile alibi, se continui a mantenere un canale aperto, se continui a ricordare luoghi e circostanze vissute con lui, se continua ad apparti nella mente con una certa frequenza… ci siamo capiti, vero???

    buona giornata

    TADS

  6. Dovesei ha detto:

    Si ma non hai colto un fatto fondamentale: io non gli rispondo, mai.
    I ricordi li tengo per me, perché alla fine di una corsa quello che rimane non è l’arrivo, ma il cosa hai sentito durante il percorso.
    L’uomo col quale sto adesso non è il genere di persona che si incazza se eventualmente rispondessi al mio ex, cosa che, ribadisco, non faccio comunque perché lo ritengo inutile, ‘sto cercarsi quando è finita che più finita non si può. Così come non mi inalbero io se lo cerca la sua ex moglie, perché credo non ci sia niente di strano dato che hanno due figli e sono entrambi persone civili.
    Spero di avere chiarito.

    • TADS ha detto:

      mi sa che non ci capiamo, io non mi permetterei mai di entrare nello specifico del TUO rapporto attuale o ex, ho preso spunto dal tuo scritto, anche precedente, per esprimere una riflessione su una situazione diffusa più di quanto si pensi. A me non devi spiegare né chiarire niente, rispondergli o meno è una scelta tua che NESSUNO può giudicare.

      quella della gestione degli/delle ex è una vexata questio che si perde nella notte dei tempi e, tra l’altro, non di rado crea problemi. Sempre parlando in generale… quando l’ex è troppo presente nella mente… forse ex non lo è ancora del tutto.

      alla prox

      TADS

  7. Riccardo ha detto:

    Ne parli ancora molto, forse troppo, fatti un paio di domande /smck Simo

    R.

    • Dovesei ha detto:

      Il tempo e’ stato lungo.
      Le domande me le faccio e conosco le risposte.
      Ne parlo qui se c’è uno spunto per cui valga la pena mettere nero su bianco.
      Se la domanda che dovrei farmi e’ se ne sono ancora innamorata la risposta e’ un bel no. Proprio tu Ric mi vieni a dire ‘ste cose? He?😀

      • Riccardo ha detto:

        Personalmente ho capito che tutto nella vita è sesso meno che il sesso in se.
        L’amore è reazione biochimica, alterazione del processo dinamico di neurotrasmettitori che ti fregano per un poco e poi ancora un poco, testosterone, dopamina, ossicitina, Feniletilamina ed altre cosette che devi sostitute con qualcosa di intangibile, altrimenti quel poco diventa gabbia.

  8. linda ha detto:

    E’ che alcuni uomini (non generalizzo, però) proprio non vogliono accettare che le cose possono anche cambiare nel cuore di una donna e che l’amore assoluto e la dedizione si siano trasformato in affetto o anche in molto meno. L’unico modo per sopravvivere al loro egocentrismo è non cadere mai nella trappola del “ti devo parlare”, “ho tanti problemi” e via discorrendo…
    Per la tua nuova storia o percorso o progetto, sono davvero felice. Ti abbraccio.

    • Dovesei ha detto:

      E’ curioso come i commenti femminili si assomiglino tutti, e quelli maschili seguano più o meno una stessa logica. O forse tanto strano non è, perché, sempre senza generalizzare, il maschio medio fatica ad accettare di non essere più l’ombelico del mondo anche se ha già un nuovo legame, mentre la stragrande maggioranza delle donne, quando si è rotta tutto ciò che si poteva rompere (ossa, cuore, coioni, per dirla alla romana,) non ne vuole proprio più sapere.
      E’ lo stesso identico punto di vista che Venere e Marte mettono in pratica, magari con tempistiche e modi diversi. La morale è comunque che quando una storia è andata in frantumi risulta difficile salvare il tutto in un rapporto dignitoso, senza sgambetti, senza ricatti, senza secondi fini.
      Grazie Linda, ti abbraccio anch’io. :*

Vuoi commentare?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...