A random

Fa caldo ma non mi lamento.
Sono stanca ed è stanco anche A. ma con lui niente pesa, nemmeno la stanchezza. Viviamo bene, serenamente, pienamente, allegramente, dio da quanti secoli non usavo questo avverbio.
Siamo stati a un meraviglioso concerto di musiche di Vivaldi organizzato da lui per raccogliere fondi per un casa d’accoglienza per malati di Al*z***hei*mer. Avere accanto, e stare accanto a una persona che vive gli stessi problemi che hai vissuto tu è un valore aggiunto, anche se non rinnego assolutamente nulla di quanto e come I. mi sia stato vicino nei due anni e passa tra la morte di mio padre e il penoso degrado e la morte di mia mamma.
E’ stata una serata bellissima: c’era mio figlio, c’erano i suoi figli, c’erano tante persone colpite trasversalmente attraverso i loro cari da questa malattia così straziante. C’era qualche ammalato ancora in fase iniziale, c’era tantissima gente venuta per dare una mano, un contributo. C’erano i musicisti, tutti giovanissimi, e una luce stupenda. C’era sua madre, c’erano tanti amici. C’era questa villa settecentesca prestata gratuitamente, un piccolo gioiello sconosciuto ai più. C’era serenità nonostante tutto.
Vado spesso al mare, se voglio lo affianco nei suoi impegni, se no me ne sto in spiaggia con le mie amiche e sono felice quando arriva come una mosca bianca, in camicia azzurra e pantaloni, accaldato, entusiasta, sorridente.
Aspetto contando alla rovescia i giorni che mi separano dal 30, dopodiché sarà vacanza, anche per lui, e decideremo cosa fare/dove andare. Un qualcosa l’abbiamo già organizzato ma andremo anche un po’ all’avventura.
Siamo andati, o meglio, mi ha accompagnato al concerto di Ligabue: abbiamo preso una valanga di pioggia ma ci siamo divertiti e lui era stupito come un bambino, perché è stato il primo concerto della sua vita. Finito il concerto mi ha portato in centro a fare colazione, all’una di notte, con le brioches appena sfornate. Mi lascio trasportare come una bambina scoprendo che, ogni tanto, è mica male.

Questa voce è stata pubblicata in Da oggi in poi. Contrassegna il permalink.

4 risposte a A random

  1. katherine ha detto:

    Finalmente la felicità? Tempo da godere, assaporare, vivere fino in fondo…Non posso che augurarti che questo bellissimo momento non finisca mai!

  2. angie643 ha detto:

    che bello sentire ancora di amori infiniti

  3. Paola ha detto:

    Mi viene voglia di pura vita nel leggere questo post. Ciao. Paola

  4. linda ha detto:

    Mi sono immersa nelle tue parole… e sono felice!

Vuoi commentare?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...