Strategie di resistenza.

Dunque.

Allora…

Ma niente… Era logico e normale che rivedendo M. non potessi e non potesse fare finta di nulla. A dire il vero io ci ho provato, ma lui ha affrontato l’argomento appena possibile e nel modo più ovvio e banale, cioè scusandosi per l’essersi dichiarato.
Le scuse non hanno annullato l’effetto-scossa della sua dichiarazione, ma mi hanno permesso di sentirmi più tranquilla sui giorni a venire, e i mesi, perché lavoreremo gomito a gomito per una ricerca importante. L’ho osservato mentre mi parlava. Mi ha dato l’impressione di un uomo sincero, perbene, come si diceva una volta. Durante la pausa natalizia osservavo ugualmente A. Mi sono interrogata sulla nostra storia, sul nostro percorso. A. è arrivato nella mia vita come una borraccia d’acqua fresca in mezzo al deserto, come un salvagente tra i flutti. Mi sono innamorata di lui perché non potevo non innamorarmi del suo sorriso, del suo ottimismo, del suo essere protettivo, tenace, padre e madre dei suoi figli tanto quanto padre e madre dei miei sono io.
A. è una forza della natura, sempre allegro, mai stanco anche quando lo vedi che è stanco distrutto. Come si fa a non innamorarsi di un uomo così? Lo amo ancora? Sì, di un amore quieto e maturo che dura da 4 anni.
Lo tradirei tanto per provare, ritrovare il brivido della novità, di un uomo che ha parecchi anni meno di me e mi guarda con occhi, con un’espressione che avevo dimenticato o forse rimosso? No, non lo farei mai, ma se, ed è un SE grande quanto una casa, mi dovessi accorgere che la curiosità emotiva che provo verso quell’altro aumenta saranno cazzi. Sono stata una donna pluri tradita e a mia volta ho tradito e sono stanca di montagne russe, e allora perché mai dovrei avere voglia di salirci? Tacere portando avanti una storia “altra” è un’arma che mi ha ferito a morte, e che ho anche brandito e usato, e sono stanca. Vorrei essere già vecchia, nonna, appassionata di partite a burraco e gite cultural gastronomiche e invece no, sono sempre la solita inguaribile immatura.
Me lo ripeto: è ora di crescere, è ora di smettere.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Da oggi in poi. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Strategie di resistenza.

  1. Bia ha detto:

    Come ti ho scritto, io ne sono uscita ma ci sono voluti tre anni. Tre anni in cui mi sono mutilata le mani per non allungarle. Anni in cui non ho tradito (curioso che tra me e te, gli uomini abbiano le stesse iniziali, ma a ruoli invertiti!) perché “non si merita di essere tradito”
    Sono felice di non aver ceduto. Mi rimarrà per sempre il rimpianto… amen 😉

  2. Paola ha detto:

    Simo, alla nostra età, per nulla disprezzabile ma comunque dove c’è bisogno di quiete del cuore, un’esperienza del genere è ovviamente destabilizzante. Non saprei cosa consigliarti, ma poiché ho sposato (secondo matrimonio, quindi storia giovane) un uomo speciale ai miei occhi e conoscendo la mia indole tendente al free love e chissene, preferisco volare basso nel senso che se appena uno mi piacicchia abbasso lo sguardo e alzo un muro. Non è facile, le tentazioni ci sono, ovviamente non come quando avevo 20 /30 anni, ma ogni tanto qualche apprezzamento arriva, per ora mi difendo così quando accade e preferisco il rimpianto all’avventura ma sopratutto non potrei ferire un uomo che amo profondamente, come solo l’amore maturo può essere e che mi ha dato pace, tranquillità e placato la mia irrequietezza. Che casino comunque! Paola

  3. Alessandro ha detto:

    “ho visto la differenza tra lui e te
    ed ho scelto te ”
    Caterina Caselli – Nessuno mi può giudicare – 1966

    “Grande Raisuli, ormai tutto è perduto: tutto è travolto dal vento, come avevi detto. Abbiamo perduto tutto”.
    “Sceriffo, non esiste una cosa nella tua vita per la quale valga la pena perdere tutto”?
    Nadim Sawalha e Sean Connery – Il vento e il leone – 1975

    Nessun commento stavolta Simo, solo gli incipit, il resto sarebbe superfluo.
    Un abbraccio da chi ti capisce molto, ma molto bene.

Vuoi commentare?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...